paola ingegnatti

Su di me

Piemontese DOC. Sono cresciuta tra Torino, Biella e Mondovì, mangiando risotti, polenta concia e bolliti misti.

Nel mio corpo scorre Nebbiolo, ma vado in crisi d’astinenza se non vedo il mare e se il sole non mi scalda.

Amante della vita stra-ordinaria, dei controsensi e dei contrasti. Mamma di un bimbo piccolo di nome Francesco e di un pelosetto a 4 zampe di nome Speck.

La cucina per me è una passione e cucino per comunicare i miei stati d’animo, “creo” e mi emoziono ancora di più se riesco a regalare qualcosa di nuovo ai miei amici ed alla mia famiglia.

E come nella vita anche in cucina sono curiosa, sempre alla ricerca di sapori nuovi ed abbinamenti strani.

Sono per il mangiare bene, il più possibile sano e consapevole, senza troppi sprechi, utilizzando alimenti freschi e stagionali (cercando di ridurre la carne), ma variando continuamente l’alimentazione e affrontando temi sempre più presenti sulle nostre tavole, come le intolleranze e le allergie.  

Influenzata dalla cucina mediterranea, in particolare da quella pugliese e siciliana, per questioni di sapori e di cuore.

Sono emotiva, impulsiva, irrequieta, con costante necessità di intravedere e poi raggiungere nuovi traguardi e nuovi obiettivi. Incline a soffrire per i miei stessi entusiasmi ed eccessi, ma anche testarda, spontanea e determinata.

Tutte queste caratteristiche si possono trovare nelle mie ricette attraverso la scelta genuina e pensata di tutti i prodotti, i colori, le spezie e gli abbinamenti dai sapori agrodolci.

Mangiare è uno dei riti della vita, ma poche volte il cibo viene vissuto pienamente attraverso tutti i sensi. Bisogna saper stuzzicare il palato utilizzando tutti gli alimenti freschi e stagionali, creando una sorta di gioco fatto di sapori, di creazioni e di esperimenti per mangiare bene e con gusto.