polpettone-tonno-e-patate

Polpettone di tonno e patate

“I tuoi occhi dovrebbero stare al Louvre” [Woody Allen]

Oggi vi propongo un antipasto di pesce che faceva la mia mamma al mio papà. E’ un classico, ma a volte proprio le cose tradizionali hanno più successo. Il polpettone di tonno e patate è un piatto veloce e gustoso; si può preparare con pochi ingredienti: patate bollite schiacciate, tonno sott’olio sgocciolato e poi tanto prezzemolo e timo. Potete prepararlo la sera prima e poi conservatelo in frigo. Quando lo servite decoratelo con dei capperi e della maionese. Io ho realizzato una finta maionese senza uova, ma con olio di mais, latte di soia e un po’ di limone, dal sapore delicato che non copre il gusto del polpettone.

Print Friendly

Istruzioni

  • 1. Per il polpettone di tonno e patate: lavare bene le patate, non togliere la buccia e tagliarle a metà; metterle a bollire in acqua fredda salata, cuocerle per 15 minuti dal momento del bollore. Sbucciare le patate e schiacciarle.
  • 2. Scolare il tonno dall'olio e poi frullarlo con un mixer ad immersione fino ad ottenere una crema densa di tonno. Unire le patate al tonno e mescolare bene ottenendo un composto compatto. Aggiustare di sale, di pepe e aggiungere le spezie tritate: prezzemolo e timo. Amalgamare bene.
  • 3. Prendere una teglia e foderarla con della pellicola trasparente (farete meno fatica a capovolgerlo nel piatto, rimarrà la forma della teglia e soprattutto non rimarrà niente attaccato ai bordi) versare all'interno il composto di patate e tonno, livellare bene e coprire con la pellicola. Fare riposare il polpettone in frigo per almeno 3-4 ore.
  • 4. Per la finta-maionese: nel bicchiere alto del mixer ad immersione versare il latte di soia, un pizzico di sale e il succo di 1/2 limone, accendere il frullatore e frullare versando a filo l'olio di mais. In pochi minuti la maionese monterà diventando molto soffice e cremosa.
  • 5. Per la decorazione: togliere la pellicola in superficie del polpettone e poi girare la teglia i un piatto, rimuovere l'altro strato di pellicola. Decorare posizionando i capperi e la finta-maionese come meglio credete. Io ho fatto un cuore aiutandomi con una formina dei biscotti. Servire freddo.

Condividi

A proposito di Paola...

Paola

Sono nata a Torino il 15/04/1987 dove ho vissuto fino a marzo del 2014, poi sono “emigrata” in Salento, a Tricase (LE). Ho una laurea magistrale in Architettura indirizzo Pianificazione ...