PRENDERE PER LA GOLA LA SEDUZIONE

Si avvicina San Valentino, festa degli innamorati e giorno in cui molte coppie pensano di realizzare una cena romantica e speciale, con musica di sottofondo, fiori, candele e qualche piatto afrodisiaco.

E qui scatta la domanda: esistono davvero cibi afrodisiaci? Sicuramente il fattore psichico fa molto, infatti fantasia e immaginazione vanno a potenziare i meccanismi fisiologici, ma è altrettanto vero che alcuni cibi contengono le cosiddette proprietà afrodisiache.

Una ricetta si può definire afrodisiaca quando va a stimolare i sensi, in primis della vista, poi dell’olfatto e infine del gusto, ma si definisce tale anche per le sostanze che contiene al suo interno. Ad esempio il cioccolato è ricco di feniletilamina, sostanza simile all’anfetamina, che si sviluppa quando si è innamorati. Altri cibi, come il peperoncino, rilasciano endorfine, sostanze prodotte dal cervello che danno un senso di benessere generale. Altri vanno a stimolare le ghiandole surrenali e contengono ormoni stereoidei, simili ai feromoni, come il sedano. E altri ancora, uno di questi è lo zenzero, agiscono come vasodilatatori e quindi aumentano l’afflusso di sangue agli organi.

Inoltre, non bisogna sottovalutare gli altri aspetti: la forma e il colore del cibo, la dimensione e la presentazione, la consistenza e il sapore di una ricetta finita.

Tutto fa e allora mettiamoci all’opera!!! Voi pensate a creare l’atmosfera e ai dettagli: stoviglie, tovaglia, playlist, fiori e candele profumate, mentre io penso a darvi delle belle idee, a livello culinario, che renderanno la serata particolare e unica!

Print Friendly
Commenti chiusi.